Suche Newsletter Facebook linkedin youtube Ihr Weg zu uns

Sterilizzatore di acque reflue per inattivare grandi quantità di liquidi

Sterilizzatore di acque reflue Systec GmbH
Sterilizzatore di acque reflue

Le acque reflue sono prodotte in una grande varietà di ambienti di lavoro, ma soprattutto nei laboratori o nelle strutture di quarantena non possono essere facilmente smaltite attraverso il sistema di idrico domestico. Le acque reflue potrebbero contenere sostanze potenzialmente pericolose che non sono inattivate dai normali impianti di depurazione o che possono distruggere le colture batteriche presenti. Uno sterilizzatore di acque reflue assicura che anche grandi quantità di acque reflue siano inattivate rapidamente, in modo sicuro e validabile. A questo scopo Mediaprep-120 di Systec è stato ulteriormente sviluppato e riprogettato appositamente come sterilizzatore per acque reflue.

Quando si rende necessario uno sterilizzatore per acque reflue?

La legislazione attuale proibisce lo scarico di sostanze potenzialmente infettive, geneticamente modificate o generalmente dannose nella rete idrica, poiché queste sostanze potrebbero avere un impatto negativo sull’acqua potabile di intere città o addirittura regioni. La sterilizzazione delle acque reflue è quindi di grande importanza soprattutto per le seguenti strutture:

  • Laboratori (specialmente dei livelli di sicurezza S2, S3 ed S4)
  • Strutture mediche e veterinarie
  • Laboratori dell’industria farmaceutica

In passato l’acqua potenzialmente contaminata veniva tipicamente raccolta in queste strutture e trasportata in punti di smaltimento centralizzati. Ma questo approccio ha generato costi aggiuntivi per il trasporto, incertezza durante il trasporto e ritardi nella gestione di grandi processi di sterilizzazione. Per questo motivo, sempre più strutture danno importanza al fatto di avere il proprio sterilizzatore di acque reflue per poter sterilizzare i liquidi in modo affidabile, rapido e il più possibile in loco.

Sterilizzazione delle acque reflue – la soluzione di Systec

Per inattivare grandi quantità di acqua contaminata nel modo più semplice e veloce possibile e per ottenere allo stesso tempo risultati di sterilizzazione validabili, Mediaprep-120 di Systec è stato convertito, con poche modifiche, in uno sterilizzatore per acque reflue.

Il vantaggio di questo apparecchio è che dispone già di una grande capacità volumica, di una cuvetta e una bocchetta per il riempimento. In questo modo lo sterilizzatore di acque reflue di Systec può essere utilizzato per estrarre le acque reflue da un serbatoio di raccolta e sterilizzarle utilizzando il tubo e la pompa integrata. Il riempimento manuale tramite il coperchio aperto è comunque possibile, ma il riempimento automatico fa risparmiare molto tempo:

  • meno di 10 minuti di riempimento per un volume pari a 100 litri
  • circa 120 minuti per il ciclo di sterilizzazione
  • meno di 10 minuti per svuotare l’apparecchio

I programmi di sterilizzazione integrati dello sterilizzatore per acque reflue di Systec e la sua capacità di riempire e svuotare autonomamente i liquidi su richiesta permettono di sterilizzare grandi volumi di acque reflue in modo validabile. Lo smaltimento avviene senza sforzo fisico direttamente sul posto nella rete fognaria e senza costi aggiuntivi per il trasporto (e lo smaltimento).

Come abbiamo sviluppato e trasformato Mediaprep-120 di Systec nello sterilizzatore per acque reflue

Il Systec Mediaprep-120 viene fornito di fabbrica con una serie di utili componenti che non solo rendono l’apparecchio un pratico preparatore di terreni, ma anche molto adatto alla sterilizzazione di grandi volumi di liquidi come le acque reflue. Il sensore di temperatura flessibile PT-100 e l’agitatore integrato sono utilizzati anche nello sterilizzatore per acque reflue, mentre elementi come lo schermo tattile e porta USB per la documentazione assicurano che i processi di sterilizzazione siano facili da controllare e da validare.

Al Mediaprep-120 di Systec sono state inoltre apportate le seguenti modifiche:

  • Riprogettazione della porta del serbatoio per poter riempire o svuotare automaticamente grandi quantità di acqua
  • Opzionale: montaggio di un filtro dell’aria di scarico
  • Installazione di una potente pompa del vuoto ad anello liquido per il riempimento automatico dello sterilizzatore di acque reflue di Systec
  • Programma di riempimento e scarico per la sterilizzazione senza contatto delle acque reflue

Il Mediaprep-120 di Systec nella forma riprogettata come sterilizzatore di acque reflue, è in grado di sterilizzare soluzioni acquose; a tale scopo nella soluzione non devono essere contenuti materie solide o in sospensione (cellulosa, tessuti, vetro, plastica, ecc.). Systec sarà lieta di assistervi nell’esecuzione di queste modifiche con i componenti necessari all’adeguamento. Nel caso di nuove unità, le modifiche corrispondenti possono essere fatte direttamente in fabbrica.

Uno sterilizzatore per acque reflue di Systec è il modo ideale per inattivare grandi quantità di acque reflue, in maniera affidabile, conveniente, rapida e direttamente in loco.

Chiedete a Systec, lo specialista in autoclavi.

Saremo lieti di aiutarvi.

    SignorSignoraNessuna indicazione
    Sì, ricevi newsletter: la nostra newsletter gratuita ti informa regolarmente via e-mail su argomenti interessanti sulle autoclavi Systec, sui preparatori multimediali e sul sistema Systec Mediafill. I tuoi dati qui inseriti non saranno trasmessi a terzi. È possibile annullare l'iscrizione alla newsletter in qualsiasi momento.

    Ricerca Systec

    GDPR Cookie Consent with Real Cookie Banner